Cala Xarraca da Caló de S’illa. Monte rasa al suolo.

Caló de s'illa desde el inicio de Cala Xarraca

Se si regolare seguace di questo blog, avrete notato come il mercoledì abbiamo perso il nostro appuntamento. Il motivo è nientemeno che la visita alla zona nord di Sant Joan in cerca di fotografie e informazioni sulle spiagge di questa splendida zona. Tuttavia, dopo aver visitato Cala Xarraca, compromettiamo la nostra strada. Prendiamo la strada che parte dalla stessa Cala Xarraca in direzione di Caló de s’Illa. Un luogo per gli amanti delle escursioni a piedi e in bicicletta. O che era nella sua giornata. Perché ora, è un luogo impraticabile, dove avanzi con l’automobile è un lavoro per esperti autisti e veicoli fuoristrada. Un vero disastro che il fuoco ha trasformato in rovina. Anche a piedi, ceneri e i resti del fuoco che ha cominciato a Cala Benirras e panna montata di queste colline, sono diventati il modo un pedregal scivoloso dove si può vedere solo distruzione. Un luogo dove per la prima volta abbiamo dovuto girare, esausto e sudato. E quasi senza scendere di macchina.

Da Cala Xarraca, in direzione di Caló de S’Illa

Niente più accesso a Cala Xarraca, abbiamo trovato una strada sterrata che indica Caló de s’Illa. Ogni volta che scopriamo un nuovo punto sulla mappa, abbiamo a visitarlo. E questo, per essere nel nord, ripido e spettacolare, potrebbe essere interessante. E se fosse.

A breve distanza dall’ingresso, la montagna ha cominciato a prendere un colore brunastro. Nella più grande delle Isole Baleari (isla de pinos), questo colore può indicare solo due cose. Alberi di pino stanno morendo o c’è stato un incendio. Ci sono voluti non c’è molto da fare per controllarlo. All’inizio della strada, troviamo le scogliere prime che ci permette di prendere la costiera panoramica incredibile. E i primi alberi distrutti.

Ma come ci muoviamo in avanti, la disperazione è maggiore. Le montagne appaiono bruciate, e cenere ricopre il pavimento. O quasi tutto. È stato due mesi e la natura fa la sua strada. Prime erbe stanno sorgendo dove si trova alcuni dei terreni. Sant Joan è molto umida, e questo porterà a recuperare presto la vegetazione bassa.

Continuando la strada, vediamo qualcosa che non ci aspettavamo. Ai piedi di una collina si trova una sezione verde. Abbiamo pensato che fosse impossibile, ma ci avviciniamo, abbiamo scoperto il motivo. Una casa, pareti bianche, sembra essere responsabile. I momenti che avevano passato sia inquilini e squadre di soccorso in modo che il fuoco non sarebbe ridotto in macerie doveva essere incredibile.

Una strada di montagna devastata

Continuiamo il nostro viaggio di orecchini, fino a quando la terra ha cominciato a diventare impraticabile. La cenere ha inoltre è proprietario della strada, e senza erbacce sulle pendici, piccole pietre hanno invaso la strada. L’auto scivola e comincia a puzza di bruciato. Un ultimo tentativo per noi tornare alla realtà. La strada è ha rotto dall’acqua, probabilmente il lanciato dagli aeroplani, da allora non ha piovuto molto in questa zona. Scanalature e scanalature più che non ci permettono di proseguire in auto. Restanti chilometri fino a raggiungere la punta di Caló de s’Illa, ma è difficile da mantenere un equilibrio nella pendenza del primo.

Torniamo sulle nostre marche sulla strada con uno sforzo maggiore, ora è in salita. Fuori la gola in cui siamo, respirare un po’ meglio, ma tutto ancora sentente l’odore di bruciato. Fino all’automobile.

Sulla via del ritorno, abbiamo buttare via altre foto, anche se verità, visto la foto, non troppo di fantasia. Siamo tornati per la diversione di Cala Xarraca. Sappiamo che Caló de S’Illa non è una meta, soprattutto turistica quindi ci vorrà molto di più di essere coccolati dalle amministrazioni. Speriamo che questo angolo non cada nell’oblio.

Ulteriori informazioni su Cala Xarraca