Ibiza in wikipedia

Ibiza

È curioso di verificare le descrizioni di Wikipedia su Ibiza in diverse lingue. Forse questo può dare una prospettiva diversa secondo i turisti che visitano la nostra isola. Abbiamo iniziato una serie di articoli per darvi una traduzione gratuita di tutti i commenti su Ibiza. È possibile trovare la versione inglese sulle pagine di Wikipedia su Ibiza

Versione inglese di Ibiza

Eivissa o Ibiza è un’isola del mare Mediterraneo a quelli settanta e nove chilometri della costa di Valencia, in Spagna. È la terza più grande delle Illes Balears, una comunità autonoma della Spagna. Con Formentera, è una delle due isole di aghi di pino o isole Pitiuse. Le città più importanti sono la città di Ibiza, in catalano Vila d Eivissa o semplicemente Vila, Santa Eulara des Riu e Sant Antoni de Portmany. Il suo punto più alto, chiamato anche Sa Taliassa o Sa Talaia, è quattro cento settanta – cinque metri, l’equivalente di mille cinque cento e cinquanta – otto piedi, sopra il livello del mare.

Anche se il nome ufficiale è il catalano, Ibiza, Ibiza è il nome in spagnolo. In inglese britannico, il nome è di solito si pronuncia in modo simile agli spagnoli (ɪbi θə, ɪvi ː θə ː) mentre nell’inglese americano Pronuncia è più per l’America Latina (/ ɪbi ː zə / / io se bi ː /)
L’isola è conosciuta per il Festival di estate delle discoteche che attirano un gran numero di turisti, ma l’isola e l’ufficio del turismo spagnolo hanno lavorato per promuovere il turismo familiare. Nonostante le polemiche sull’isola dalla capacità di attrarre le famiglie a basso reddito più in grande quantità, a causa della mancanza di professionalità nel settore dell’ospitalità, l’isola è pronto a dissipare la sua immagine come una singola destinazione per giovani nottambuli. I club sono Space, Pacha, Privilege, Amnesia, DC10, Eden ed Es Paradis. Probabilmente il più famoso bar di isola è il Café del Mar. Questo bar è fortemente legato al genere della musica Chill-Out. L’altro grande presenti nel mondo dell’intrattenimento negli ultimi anni è stato Ibiza Rocks, orgoglioso di portare la musica torna all’isola. Giovani ora diretti a marchio dall’hotel più famosi dell’isola, Ibiza Rocks Hotel.

Nota del traduttore: l’inglese che visitano l’isola sono concentrato nella città di Sant Antoni, dove, tranne che per le discoteche (con l’eccezione di Es Paradis e l’Eden), i locali menzionati. Quasi tutti vengono attraverso aziende touroperadoras dove il proprietario dei prezzi vengono concordati. Questo tipo di sistemazione non corrispondono con dove possono essere trovati in tutta l’isola.

Storia di Ibiza

Nel 654 AC li coloni Fenici fondarono un porto nelle loro isole Baleari Isole conosciute come Ibossim (dal fenicio ibshim dedicato al Dio della musica e la danza Bes). In seguito era noto ai Romani come Ebusus. Li greci, che arrivarono a Ibiza durante il tempo dei Fenici, erano loro prima chiamata a loro due isole di Ibiza e Formentera Pityussai (Πιτυοῦσσα), “Isole coperte di pini”, una traduzione del nome fenicio. Con il declino della Fenicia è diventato le invasioni assire e Ibiza era sotto il controllo di Cartagine. Durante questo periodo l’isola prodotto colorante *, sale, salsa di pesce e di lana.

* Nota del traduttore: a Ibiza è hanno trovato resti di antichi forni per la produzione di coloranti, estratti di loro molluschi nel canale d ‘ a Martí, noto anche come Pou des Lleó.

Un altare con offerte alla dea Tanit fu eretto nella caverna di è Culleram. Il resto delle Isole Baleari, è venuto in contatto commerciale con Eivissa a partire dall’anno 400 AC. Ibiza è stata un commercio significativo lungo le rotte del Mediterraneo. Ibiza iniziò a fondare le proprie stazioni di commercio con il resto delle Isole Baleari, principalmente con Mallorca, dove hanno reclutato numerosi frombolieri come mercenari che combattevano per Cartagine.

Durante la seconda guerra punica, l’isola fu assalita dai due fratelli Scipione nel 209 A.C. ma rimase fedele a Cartagine. Ibiza è stato utilizzato dalla sconfitta generale Carthaginian Magon, dove raccolti fornisce la prima scissione verso Menorca e poi in Liguria (regione). Con l’arrivo dei Romani, Ibiza ha negoziato un trattamento favorevole che ha impedito la distruzione della conquista e gli permise di continuare con le loro istituzioni di Cartagine punica. Questo spiega perché Ibiza oggi offre eccellenti esempi di ritardo civiltà di Cartagine punica. Durante l’Impero Romano, l’isola divenne un luogo di avamposto dell’Impero, si trova in una zona tranquilla e lontano dalle rotte commerciali della regione tempo.

Dopo la caduta dell’Impero Romano e dopo una breve esperienza vandal e bizantino, l’isola fu conquistata dai Mori, così come gran parte della penisola iberica. Legge islamica, Ibiza è venuto a contatto con la città di Dénia (la più vicina della penisola iberica porto situato nella comunità autonoma Valenciana, con ciò che Ibiza divenne parte della taifa di Denia.

Ibiza, accanto a Formentera e Minorca, fu invasa * dal re norvegese Sigurd I di Norvegia nella primavera del 1110 nella sua crociata a Gerusalemme, dopo aver conquistato la città di Sintra, Lisbona e Alcácer do Sal, che cedette il controllo ai cristiani nel tentativo di indebolire il controllo dei musulmani nella penisola iberica.

Nota dell’autore. Ibiza e Formentera erano invasa e devastata, ma non conquistate.

L’isola fu conquistata dai cristiani con l’Aragonese re Jaime I d’Aragona nel 1235. Da allora l’isola ha avuto relativo proprio governo in varie forme, ma nel 1715 re Felipe V di Spagna abolisce l’autonomia del governo locale. Lo statuto di autonomia delle Isole Baleari è stato fondato con l’arrivo della democrazia nei primi anni 70. A questo giorno, Ibiza è parte della comunità autonoma di Baleari insieme con Maiorca, Minorca e Formentera.

Geografia di Ibiza

Ibiza è il più grande gruppo di isole nella parte occidentale delle Isole Baleari, noto come Pitiusas. Le Isole Baleari sono composti da un insieme di più di cinquanta Isole, molte delle quali sono disabitate. Troviamo il punto più alto dell’isola a Sa Taliassa (Sa Talaia) 475 metri.

Clima di Ibiza

(Riepilogo). Ibiza appartiene alla zona conosciuta come temperato. Temperature massime durante tutto l’anno oscillano tra i 15 gradi dei trenta da agosto a gennaio. Gamma di temperature minime tra otto livelli di gennaio e il ventunesimo giorno di agosto. La precipitazione può salire a fine anno, scendendo verso l’inizio dell’anno per raggiungere pochi giorni di pioggia in giugno, luglio e agosto *. Durante i mesi di luglio e agosto le massime di ore solari con 335 e 302 si verificano rispettivamente. Troviamo il minimo in dicembre con 148 ore, per un totale di due mila sette cento trenta – due ore di sole all’anno.

* Nel mese di agosto, compaiono solitamente tempeste estive tipiche.

Dati demografici di Ibiza

Demograficamente, Ibiza ha una configurazione molto particolare. Le agenzie del censimento si differenziano i numeri esatti. Secondo il censimento nazionale dal 2001, aveva ottanta e otto mila abitanti in Ibiza (contro settanta e sei mila nel 1991, sessant’anni e quattro mila nel 1981, quaranta e cinquemila nel 1971 e trenta e ottomila nel 1961). Tuttavia, due anni più tardi, questa figura è aumentato a otto centomila abitanti e nel 2010 aveva raggiunto i trenta – due centomila. Questa rapida crescita è dovuta l’amnistia che comprendeva un gran numero di immigrati stranieri non registrati. In termini di provenienza, circa cinquanta-cinque per cento dei residenti dell’isola che era nato a Ibiza, i trentacinque per cento sono immigrati da la Spagna continentale (soprattutto le famiglie della classe operaia di Andalusia e il resto della Catalogna, Valencia e Castilla) e il resto, tra dieci e quindici per cento di immigrati stranieri , con doppia nazionalità o comunità. In ordine decrescente, gli stranieri sono tedesco, inglese, americano, marocchino, francese, italiano, olandese e un host di nazionalità. Questo mosaico riflette la fluidità degli stranieri che vivono e si muovono in tutta l’isola, quindi è impossibile quantificare con precisione la popolazione straniera.

Lingua di Ibiza

La lingua madre è il catalano, insieme a Spagnolo, la lingua ufficiale di Ibiza. Tuttavia sull’isola si parla un dialetto chiamato Eivissenc o ibicenco. Influenzata dal turismo e gli stranieri si parlano altre lingue come l’inglese e il tedesco. Il multilinguismo è la norma, non l’eccezione.

Turismo a Ibiza

Vita notturna a Ibiza

Ibiza è considerato come una destinazione di turismo molto popolare, soprattutto dovuto la sua notte di vita già a volte leggendari e rampante attorno a due aree. Il porto della città di Ibiza, nel lato sud e Sant Antoni, nella sua parte occidentale. Le migliori discoteche sono Privilege, Eden, Es Paradis, Amnesia, Space, Pacha, sotterraneo, Gala notte e DC10. Durante l’estate, i principali produttori e DJs dal ballo arrivano sull’isola e pungere in vari club. Alcuni dei DJ più famosi hanno le proprie notti a settimana, utilizzando Ibiza come punto di partenza per la presentazione delle nuove canzoni House, Trance e Techno.

Dal 2005, musica dal vivo da Ibiza Rocks ha contribuito a ridefinire il paesaggio dell’isola. Band come Arctic Monkeys e Kasabian, The Prodigy, i Kaiser Chiefs hanno toccato nel patio dell’Hotel Ibiza rocce. Durante il loro ultimo triennio la catena del Regno Unito BBC Radio ha centro il tuo weekend a Ibiza l’inoltro da questo posto, e come risultato, l’isola è ora vista come un luogo più diverso e non solo sesso e droga.

Tradizionalmente, la stagione inizia all’inizio di giugno con l’apertura dello spazio e DC10 e termina il primo fine settimana di ottobre con la chiusura delle loro grandi randelli. Un tipico programma per clubbers Ibiza comprende risvegli a mezzogiorno, discoteca NAP presto nel pomeriggio, locali notturni e albe. a causa della notevole tolleranza del comportamento scorretto di Ibiza di adulti e giovani turisti, ha acquisito il nome di ‘Gomorra del Mediterraneo’. Il Café del Mar, un luogo dove molti turisti tradizionalmente vedono il tramonto con musica da José Padilla è anche conosciuto. Altri bar avrà sviluppato in luoghi ogni volta più popolare per il pre-club dopo il tramonto.

Governo dell’isola sta cercando di promuovere un turismo più silenzioso e culto, applicando gli standard come la chiusura dei club a loro sei di domani come oggi pomeriggio e richiede che tutti i loro nuovi alberghi sono di cinque stelle. L’amministrazione vuole ottenere un mix più internazionale di turisti.

Nota dell’autore. Sconosciuta la legislazione sui nuovi alberghi, ma si è certi che l’amministrazione li vietati dopo ore e decretò la chiusura dei locali notturni a loro sei di esso domani.

Ibiza Patrimonio dell’umanità

Anche se Ibiza è conosciuta principalmente per il suo partito, una grande parte dell’isola è registrato dalle Nazioni Unite come patrimonio mondiale e pertanto protette contro lo sviluppo e commercializzazione di grandi città. Un esempio notevole è il “dito di Dio a Benirras Bay”, e anche alcuni dei siti più culturali e tradizionali d’Ibiza. A causa della sua bellezza rustica, aziende e artisti spesso usarono l’isola e svolte sessioni fotografiche. Un monumento (“l’uovo”) eretto in onore di Cristóbal Colón si trova a Sant Antoni. Ibiza è uno dei tanti luoghi che finge di essere il suo luogo di nascita.

Amministrazione di Ibiza

Ibiza è amministrativamente parte della comunità autonoma delle Isole Baleari, la cui capitale è Palma, sull’isola di Maiorca. Ibiza dispone di cinque sessantasette comuni della Comunità. In senso orario sono:

  • Sant Josep de Sa Talaia 159,4 chilometri quadrati
  • Sant Antoni de Portmany 126,8 km2
  • Sant Joan de Labritja 121.7 km2
  • Santa Eulària des Riu 153,6 chilometri quadrati
  • Città di Eivissa 11.1 chilometri quadrati

Questi comuni hanno una superficie di 572.56 km2 (221,07 miglia quadrate)

Gastronomia di Ibiza

La gastronomia di Ibiza è tipicamente mediterranea. Uno dei prodotti tipici dell’isola sono conosciuti come flaons dolci.

E fino a e wikipedia inglese. Questa informazione è tradotto liberamente di en.wikipedia.org e lontano da considerare la veridicità delle informazioni, possiamo capire come Venite a Ibiza dal vivo nel Regno Unito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.